esami gravidanza

Esami Gravidanza. Quando sottoporsi?

Analisi e Esami in Gravidanza, scopriamo insieme a quali doversi sottoporre.

Gli esami in gravidanza e durante i 9 mesi sono praticamente all’ordine del giorno per la mamma in dolce attesa.

Sin dal primo istante, la mamma che scopre di aspettare un bebè, deve affidarsi alle mani esperte di un ginecologo che la seguirà durante tutto il periodo gestazionale e che le prescriverà, giorno dopo giorno, mese dopo mese, una serie di esami e visite.

Sicuramente, i primi esami per la gravidanza che vengono prescritti sono gli esami delle urine e del sangue; l’obiettivo in questo caso è tenere sempre sotto controllo la salute della futura mamma ed escludere malattie infettive o che possano mettere a rischio la gravidanza stessa.

I 9 mesi di gravidanza vengono spesso suddivisi in tre trimestri. Analizziamoli uno per uno.

Esami gravidanza: 1° trimestre

Nel 1° trimestre, la neomamma dovrà sottoporsi a diversi esami. Nello specifico:

  1. Beta HCG. Questa è una frazione di un ormone prodotto da una piccola parte di placenta nel momento in cui l’embrione si posiziona nell’utero.
  2. Test di Translucenza ducale. Serve ad accertarsi che il feto non abbia delle piccole malformazioni al cranio.
  3. Esami delle urine e del sangue, utili per tenere sotto controllo la salute della mamma e del feto.
  4. Test di Coombs. Un test che suggerisce una verifica del gruppo sanguigno. Il gruppo sanguigno può corrispondere a quello della madre o meno. Nel caso in cui il gruppo sanguigno del feto fosse diverso da quello della madre, si va incontro al rischio che l’organismo di quest’ultima identifichi i globuli rossi del feto come estranei.
  5. Esplorazione ed ecografia transvaginale
  6. Controllo della pressione.
  7. Prima ecografia. La prima ecografia andrebbe fatta dalla settima settimana di gravidanza in poi, ancor meglio se fosse intorno alle settimane gravidanza che intercorrono tra le decima e l’undicesima. A questo punto, il feto è abbastanza grande per mostrarci il cuoricino.

Esami Gravidanza: 2° trimestre

Continuiamo con l’iter da seguire in gravidanza settimana per settimana. Nel secondo trimestre, gli esami da effettuare sono diversi:

  1. Bi-test e Tre-Test sono i due esami che dimostrano se il feto presenta anomalie cromosomiche o malformazioni.
  2. Controllo dell’Alfafetoproteina.
  3. Test di O’Sullivan utile per scoprire la presenza di diabete gestazionale.
  4. Amniocentesi e villocentesi sono entrambi esami da effettuare in gravidanza, abbastanza invasivi utili per diagnosticare anomalie cromosomiche nel feto. Differenza tra i due esami? Il primo è il prelievo di liquido amniotico utile per analizzare le cellule fetali al suo interno, il secondo invece, prevede il prelievo di tessuto dei villi coriali.
  5. Ecografia morfologica ed ecodoppler. Probabilmente due degli esami più conosciuti comunemente in quanto evidenzia la morfologia del feto, il sesso e la presenza o meno di malformazioni.

Esami Gravidanza: 3° trimestre

La ginecologa sicuramente vi dirà di effettuare altri test per il terzo trimestre:

  • Ecografia
  • Tampone vagino-rettale fondamentale per scoprire la presenza di un batterio che per la mamma è assolutamente innocuo ma non per il bimbo.un batterio innocuo per la mamma e il feto ma potenzialmente pericoloso per il bebè al momento della nascita
  • Esame delle urine e esame del sangue
  • Monitoraggio del battito cardiaco fetale

Esami a cui sottoporsi in gravidanza mese per mese sono diversi e, probabilmente, anche seccanti; tutto però è sempre fatto in funzione della salute della mamma e del bambino.

Se sei in dolce attesa e vuoi affidare la tua salute e quella del tuo bambino a medici esperti e competenti, ti consigliamo di farti seguire dal nostro dottore ginecologo.

Visita il sito web del nostro Poliambulatorio e contattaci per ricevere maggiori informazioni sul percorso da seguire insieme per la nascita e crescita del tuo bambino.

Nessun Commento

Scrivi un commento