tumore alla prostata

Tumore alla prostata quali sono i campanelli d’allarme?

Cos’è il tumore alla prostata e come riconoscere i sintomi?

Il tumore alla prostata è uno dei tumori più diffusi tra il sesso maschile. Colpisce la ghiandola prostatica, situata di fronte al retto, sotto la vescica. In condizioni normali ha le dimensioni di una castagna, ma per motivi patologici può aumentare e dare disturbo al tratto urinario. Tra le sue funzioni principali c’è la produzione di liquido seminale pertanto è molto influenzata dall’azione degli ormoni.

Tumore prostata: Cause

Quali siano le cause reali che portano all’insorgenza di un tumore alla prostata non sono ancora conosciute. Però si possono individuare alcuni potenziali fattori di rischio. Questi anche se non direttamente responsabili dell’insorgenza della patologia aumentano le possibilità di ammalarsi.

  • Sedentarietà
  • Alimentazione ricca di grassi saturi
  • Androgeni, alti livelli nel sangue
  • Fattori ereditari

Infiammazione prostata: alcuni studi rivelano una correlazione tra infiammazione cronica della prostata (prostatite) e l’insorgenza del tumore.

Prostatite Sintomatologia

Prostatite sintomi e cause: Come abbiamo detto in precedenza la prostatite è un’ infiammazione della prostata. Le cause che portano a tale condizione sono svariate, dai disordini alimentari alle abitudini minzionali, ma spesso sono difficili da individuare. I sintomi variano dal dolore perineale al glande urente sino all’urgenza di urinare e dolore durante la minzione. Quando i sintomi vertono maggiormente su problemi alla minzione spesso viene confusa con la cistite.

Tumore alla prostata sintomi

Tumore prostata: Nella fase iniziale è asintomatico. Quando la massa tumorale aumenta insorgono i tipici sintomi della malattia

  • Difficoltà nella minzione
  • Bisogno di urinare frequentemente
  • Dolore mentre si urina
  • Sangue nelle urine e nello sperma

Prostata sintomi: Questi sintomi possono però essere collegati anche a problemi di origine benigna come l’ipertrofia prostatica (in passato chiamata  impropriamente adenoma prostatico) che consiste nell’aumento volumetrico della prostata.

Prostata ingrossata sintomi

Il volume della prostata però non è proporzionato all’ostalo sullo svuotamento della vescica. Infatti può capitare che prostate piccole possano ostacolare più di prostate grandi, tutto dipende dalla rigidità o meno del tessuto.

L’ostalo sulla vescica porta ad una progressiva difficoltà ad urinare, si riscontra un bisogno improvviso ed irrefrenabile di urinare, soprattutto al rientro da casa o quando si apre un rubinetto d’acqua, aumenta la necessità di alzarsi  più volte durante la notte.

Molte volte può capitare di non riuscire ad urinare e di dover contrarre i muscoli della pancia per farlo. Il getto dell’urina diventa debole, sottile, talvolta intermittente o con sgocciolamento al termine della minzione con la sensazione di non avere svuotato completamente la vescica.

Questi disturbi nel lungo termine possono portare all’incontinenza o all’incapacità di urinare.

Prevenzione

Vanno considerate le stesse regole di prevenzione tumorale valide per tutte le altre patologie.

Esame prostata: è senza dubbio importante effettuare dei controlli preventivi per avere una diagnosi precoce. Ricordandoci che tale tumore è asintomatico nello stadio iniziale.

In questa giornata sarà possibile sottoporsi a una visita PSA e a un’ecografia alla prostata. Prenota la visita.

Scopri le iniziative a sostegno della ricerca sul cancro.

 

Nessun Commento

Scrivi un commento